Evangelici e la Bibbia Evangelici e la Bibbia Evangelici e la Parola di Dio
La maggior parte degli uomini ha una cattiva memoria!!!

Pertanto la trasmissione orale, ossia raccontare a voce le storie da una generazione all'altra, col passar del tempo può modificare di molto la trama iniziale. Ad esempio se raccontassimo ad uno dei nostri figli un episodio della nostra vita immediatamente dopo l'accaduto, molto probabilmente ricorderemmo tutti i dettagli. Ma col passar del tempo il ricordo dell'accaduto perderebbe d'intensità, ricorderemmo in modo vivido alcune parti ma certamente molti dettagli dell'avvenimento sarebbero confusi ed incerti. Se poi nostro figlio, anni dopo, dovesse raccontare l'evento accadutoci ad un suo figlio e nostro nipote, il racconto sarebbe tutto distorto in quanto il trascorrere del tempo avrà sbiadito il suo ricordo.Tutto ciò per dirvi che la tradizione orale, ossia il tramandare a voce le storie da una generazione all'altra, può modificare di molto, con l'andare del tempo, la "trama" di tali storie.

Essendo Dio grande ed onniscente, per garantire adeguata protezione ai suoi numerosi messaggi per l'uomo (dati sin dai tempi di Adamo e Abramo) ha provveduto alla forma scritta in modo che la Sua rivelazione si conservasse integra nel tempo e senza alcuna distorsione. Inoltre il fatto che il testo scritto si sia preservato preciso nel corso di così tante generazioni è di per se' un miracolo dovuto alla provvidenza divina. Sebbene la Bibbia affondi le sue radici nella storia antica, essa rimane sempre attuale, perchè tratta di avvenimenti collocati nel passato, nel presente e nel futuro.

Volete sapere perchè questa pagina
è stata intitolata: "I Libri nel LIBRO?"

Perchè la Bibbia è proprio una piccola biblioteca contenente ben sessantasei libri scritti da una quarantina di autori che differivano fra loro per l'età, il livello d'istruzione e la posizione sociale: sotto l'ispirazione plenaria e verbale del Sommo Autore, Dio. Tali scritti sono stati composti nel corso di circa 15 secoli. Ma nonostante questi dati eterogenei, la Bibbia presenta una unitarietà davvero unica, tanto che i suoi sessantasei Libri potrebbero essere paragonati ai sessantasei anelli di una medesima catena. Nella Bibbia sono presenti vari generi letterari: Testi storici, Poetici, Profetici, Didattici, Apocalittici etc... Eppure libri cosi diversi contengono una solo storia, un solo tema, un unico standard morale, un unico piano divino. Questo perchè Dio è la mente, mentre i circa quaranta scrittori furono il braccio di Dio. Adamo, Noè, Abramo e Giuseppe non sono i veri protagonisti della Genesi ma lo è Dio. Gedeone, Sansone non furono i veri liberatori d'Israele al tempo dei giudici ma Dio. Samuele, Saul e Davide non furono i fondatori del regno d'Israele ma Dio. Fu Dio a mandare il fuoco sul sacrificio di Elia. Dio condusse il suo popolo nella Terra Promessa. Anche il profeta Amos pose al centro del suo messaggio l'immagine della giustizia di Dio. Osea concentrò il suo messaggio sull'amore di Dio; Isaia ed Ezechiele scrissero sulla Santità di Dio. Infine tutto il Nuovo Testamento (Evangeli, Fatti degli apostoli, Lettere di Paolo, Pietro, Giacomo e l'Apocalisse) non è centrato sugli Apostoli o sulla Chiesa ma su Gesù, la cui Vita, il cui Ministerio e la cui Morte rivelano Dio nella Sua natura. Tutto ciò per affermare e confermare che, dalla Genesi all'Apocalisse, la Bibbia non fa altro che presentare l'immagine di Dio... un immagine precisa ed immutabile. I ragionamenti umani mutano, come mutano pure le idee filosofiche e scientifiche, perchè frutto della mente dell'uomo, ma la Bibbia è stabile perchè è scaturita dalla mente dell'unico Dio vivente e vero, immutabile e perfetta.

Qualcuno, diversi anni fa, rivolgendosi a Gesù disse: "Signore, mostraci il Padre e ciò ci basta". Questa è stata la più chiara dichiarazione, mai registrata nella storia dell'umanità, della reale necessità dell'uomo di conoscere Dio. Ecco il compito della Bibbia: LA RIVELAZIONE DI DIO ALL'UOMO.... Un Dio che ama a tal punto da mandare il Suo Unigenito Figlio (Gesù) a morire sulla croce affinchè chiunque crede in Lui non perisce ma ha (in dono) la vita eterna (Rif. Evangelo di Giovanni Cap.3 verso 16). Sta inoltre scritto che la bibbia è data: ...affinchè crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio e affinchè, credendo, abbiate Vita nel Suo nome" (Rif. Evangelo di Giovanni Cap.20 verso 31).

Ecco il pilastro centrale
dell'intera Bibbia: L'AMORE DI DIO

La lettura della Bibbia produce nell'animo di un lettore sincero arricchimento spirituale, fede, speranza e pace interiore. La benedizione di Dio scende su colui che si lascia istruire dalla bibbia, si appropria delle promesse di Dio e ubbidisce al suo messaggio: "Beato chi legge e beati quelli che ascoltano le parole di questa profezia e fanno tesoro delle cose che vi sono scritte, perchè il tempo è vicino" (Rif. Libro dell'Apocalisse Cap.1 verso 3).

Desidero concludere questo articolo con le parole di G. Wesley (l'animatore del risveglio evangelico del XVIII sec.): "Voglio conoscere una cosa soltanto, la Via del Cielo, come raggiungere sano e salvo quel porto desiderato.... Dio stesso è sceso per insegnarci la Via... Egli l'ha scritta in un libro, anzi in quel Libro: «Ah... datemi quel Libro! A qualsiasi prezzo... ma datemi IL LIBRO DI DIO!»

Noi di "Fontedivita.it" desideriamo invitare te che hai letto questa pagina-web a prender seriamente l'impegno di leggere la Bibbia, solo così Dio potrà parlare al tuo cuore e solo così potrai colmare la fame e la sete della tua anima.

Evangelici in rete

Altri articoli sullo stesso argomento:
Evangelici e la Parola di Dio
Il metodo migliore...
Il libro più letto...
Una lampada sul tuo piede...
Vivere la Sacra Scrittura...

Evangelici in rete

Se invece vuoi subito iniziare a leggere il meraviglioso
libro della Bibbia, puoi farlo cliccando sull'immagine
qui di seguito    Evangelici in rete