NewsLetter N°1 inviata il 05 Maggio 2007

Al tuo posto...
«Il Figliuol di Dio... m'ha amato ed ha dato Se Stesso per me» (Rif. Epistola ai Galati Cap.2 verso 20) - «Gesù Cristo ha dato Se Stesso per i nostri peccati» (Rif. Epistola ai Galati Cap.1 verso 4)

           L'episodio è avvenuto in Francia nel 1793. Un giovane di nome Thibaud venne arrestato per vari reati commessi, in seguito processato e condannato. Nella sua cella aspettava da un momento all'altro di essere chiamato per la ghigliottina. Per un favore inaspettato, suo padre ottenne l'autorizzazione a visitarlo. Lo trovò nella più profonda disperazione. Il carceriere che lo aveva accompagnato nella cella si dimenticò di lui e così il vecchio padre passò la notte a consolare ed a incoraggiare il figlio che alla fine finì per addormentarsi. Alle prime luci dell'alba, la porta della cella si aperse e una voce chiamò: «Thibaud! Thibaud...». Dalla cella buia il padre si alzò e avanzò verso il guardiano e risponde: «Presente!» Venne fatto salire sulla carretta e poco dopo la sua testa cadde sotto la mannaia. Quando il giovane si svegliò nella sua cella, si trovò solo con la porta aperta. Uscì e si presentò al posto di guardia ma gli fu risposto che era impossibile che fosse Thibaud perché era stato giustiziato alcune ore prima. «Se ne vada pure; la giustizia non la conosce!» Allora il giovane sconvolto capì e misurò il grande amore del padre, colui che era morto al posto suo.

           La nostra storia assomiglia esattamente a quella di questo giovane. Il peccato prodotto dalla disubbidienza e dalla ribellione contro Dio ci ha assegnato la condanna eterna. Sta infatti scritto nell'Epistola ai Romani al capitolo 6 verso 23 che la conseguenza del peccato è la morte eterna. Però qualcosa di meraviglioso è accaduto e, proprio come per quel giovane, qualcuno è morto al posto nostro ed ha pagato lui la condanna che spettava a noi. Nell'Epistola ai Romani al capitolo 5 verso 8 si parla proprio di questo meraviglioso amore che Dio ha avuto per me e per te, infatti sta scritto: «Dio mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori Cristo è morto per noi». Forse alla luce di questo grande amore ti chiederai: «Ma io cosa debbo fare?» La risposta la troviamo esattamente scritta nell'Evangelo di Giovanni al capitolo 3 verso 16 dove leggiamo: «Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il Suo Unigenito Figlio, affinché chiunque crede in Lui non perisca ma abbia vita eterna». Ecco cosa dobbiamo fare, credere ed accettare questo Suo «grande amore!»

La ReDaZiOnE
Iscriviti alla nostra NewsLetter settimanale gratuita

Al tuo posto
Grido di speranza
Ha dato se stesso
Fiducia in Gesù
Solo per fede
L'eternità...
Il potere...
Riposo assicurato
Il grande miracolo
Chi sei?
Ti voglio bene
La nuova nascita
Chi è Gesù?
Ferie cristiane
Ecco la verità
Il buon pastore
Perchè?
Il capitano e...
Ho visto...
Alcuna differenza
L'anima appagata
Il clown
Dal rovescio
Se solo toccassi
Non ho tempo
Nulla è nascosto
Adora il Signore
Pentimento e...
Perchè è nato?
Lettera dall'alto
Ammirare solo...
Egli sta sveglio
La maniglia
Fondamenta...
L'indicatore...
Addormentato
La fiaccola
Ogni secondo...
La lunga attesa
Niente di nuovo
Dio lo sa!
Dio è buono
Le promesse
Il male del secolo
Tu sei prezioso
La gabbia
La perla
Quanto vale?
Non siamo soli
La luce