NewsLetter N°12 inviata il 28 Luglio 2007

La nuova nascita...
Gesù disse: «In verità in verità ti dico che se uno non è nato di nuovo non può vedere il regno di Dio» (Rif. Evangelo di Giovanni Cap.3 verso 3)

           Mosè, per mezzo dello Spirito Santo, scrive che Dio, l'Essere Supremo, «...creò l'uomo a Sua immagine e somiglianza» (Rif. Libro della Genesi Cap. 1 verso 27). L'Eterno creò l'uomo a Sua immagine affinchè questi potesse adorarLo, servirLo e stare con Lui sempre. Tuttavia l'uomo, disubbidendo, cadde nel peccato e questo determinò la sua separazione da Dio che nella Bibbia, è anche definita « MORTE SPIRITUALE». Ovvio che una persona morta, per rivivere, deve ricevere una «NUOVA VITA». Ecco perchè un giorno Gesù dialogando con un certo Nicodemo (un capo religioso di quel tempo) parlò di NUOVA NASCITA. Ma vediamo nel dettaglio come si svolse il dialogo tra i due. Gesù era stato occupato tutto il giorno col popolo ed ora stava per andare a dormire. Quand'ecco che improvvisamente qualcuno viene da Lui. Era un certo Nicodemo, un insegnante della Legge di Mosè, membro del clero di quel tempo, egli faceva addirittura parte del Sinedrio cioè del Consiglio degli anziani sacerdoti. Il visitatore esordisce dicendo: «Maestro, posso parlarti in privato?» «Certamente» rispose Gesù. Approfittando della quiete notturna i due poterono parlare senza esser disturbati. «Maestro, noi sappiamo che Tu sei un dottore venuto da Dio, perchè nessuno può fare i miracoli che fai Tu, se Dio non è con Lui». Sebbene Nicodemo fosse un attento osservatore della legge giudaica, un uomo dal livello morale molto alto, Gesù non esita a dirgli: « Tu devi nascere di nuovo». In altre parole anche se Nicodemo, umanamente parlando, era una persona corretta, pur tuttavia egli era peccatore come tutti gli uomini, «difatti tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio (Rif. Epistola ai Romani Cap.3 verso 23). Quindi come peccatore, anch'egli era «...morto nello spirito» ed aveva pertanto bisogno di rinascere. «Cosa intendi dire per NASCERE DI NUOVO?» Replicò incuriosito Nicodemo. Poi aggiunse: «Posso io che sono oramai vecchio rientrare nel grembo di mia madre e rinascere?» Gesù prontamente replicò: «Questo ti sorprenderà, caro Nicodemo, ma nessuno può entrare nel regno dei cieli se non nasce dallo Spirito Santo». L'anziano dottore d'Israele volle approfondire l'argomento e chiese ancora: «Come possono avvenire queste cose?»

           Gesù prosegue spiegando la necessità di un cambiamento spirituale, misterioso come la nascita stessa, che deve avere luogo nella vita di ogni uomo. Questo cambiamento non è frutto d'ingegno o di sacrifici umani ma proviene dallo Spirito Santo. Leggiamo attentamente la spiegazione di Gesù alla "NUOVA NASCITA": «E, come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che il Figlio dell'uomo sia innalzato, affinché chiunque crede in Lui abbia vita eterna. Poichè Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il Suo Unigenito Figlio, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna. Infatti Dio non ha mandato il Suo Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di Lui. Ora chi crede in Lui non è giudicato; chi non crede è già giudicato, perché non ha creduto nel nome dell'Unigenito Figlio di Dio. Il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo e gli uomini hanno preferito le tenebre alla luce, perché le loro opere erano malvage. Perché chiunque fa cose malvage odia la luce e non viene alla luce, affinché le sue opere non siano scoperte; ma chi mette in pratica la verità viene alla luce, affinché le sue opere siano manifestate, perché sono fatte in Dio». Con queste parole Gesù rivela a Nicodemo che Dio ha mandato agli uomini il Suo Figliuolo come mezzo di salvezza. Infatti proprio come Mosè, nel deserto, aveva innalzato un serpente di rame in cima ad una pertica affinchè gl'israeliti che venivano morsi dai serpenti velenosi potessero guardare ad esso e sopravvivere, così Gesù, inchiodato, fu innalzato su una croce dove tutti possono vederLo e dove egli versò il Suo prezioso sangue per espiare i nostri peccati. Tutto ciò al fin di dare a noi una «NUOVA VITA», infatti "da sempre" chiunque crede in Lui non perisce ma ha la VITA ETERNA. L'anziano dottore della legge rimase colpito dalle meravigliose parole di Gesù che fece subito sue e sperimentò pure lui la «NUOVA NASCITA». La conferma ci giunge dal seguito della sua vita. Infatti quando Gesù morì fu proprio lui (Nicodemo) a togliere il suo corpo dalla croce ed a seppellirlo in una tomba NUOVA. Nicodemo era passato da «RELIGIOSO» qual era stato fino ad allora a «NATO DI NUOVO». Egli ora aveva davvero CREDUTO in Gesù!

La ReDaZiOnE
Iscriviti alla nostra NewsLetter settimanale gratuita dei Cristiani Evangelici di FontediVita.it

Al tuo posto
Grido di speranza
Ha dato se stesso
Fiducia in Gesù
Solo per fede
L'eternità...
Il potere...
Riposo assicurato
Il grande miracolo
Chi sei?
Ti voglio bene
La nuova nascita
Chi è Gesù?
Ferie cristiane
Ecco la verità
Il buon pastore
Perchè?
Il capitano e...
Ho visto...
Alcuna differenza
L'anima appagata
Il clown
Dal rovescio
Se solo toccassi
Non ho tempo
Nulla è nascosto
Adora il Signore
Pentimento e...
Perchè è nato?
Lettera dall'alto
Ammirare solo...
Egli sta sveglio
La maniglia
Fondamenta...
L'indicatore...
Addormentato
La fiaccola
Ogni secondo...
La lunga attesa
Niente di nuovo
Dio lo sa!
Dio è buono
Le promesse
Il male del secolo
Tu sei prezioso
La gabbia
La perla
Quanto vale?
Non siamo soli
La luce