NewsLetter N°8 inviata il 23 Giugno 2007

Riposo assicurato...
Gesù disse: «Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi ed io vi darò riposo» (Rif. Evangelo di Matteo Cap.11 verso 28)

           Quante volte ci sentiamo stanchi anche senza aver fatto nessun lavoro. Troppo spesso la stanchezza non è soltanto fisica, i nostri muscoli non sono affaticati da qualcosa di materiale. E' il nostro intimo ad essere stanco ed a non avere più il vigore giusto per affrontare le situazioni della vita. Siamo stanchi perché non sappiamo cosa fare e dove andare; siamo stanchi in quanto non capiamo bene qual è la nostra posizione nel mondo. Ci sentiamo svuotati, senza alcuno scopo nella vita; vediamo tutto nero; tutto ci sembra troppo grande per noi; sentiamo un peso enorme e ci mancano le forze per sorreggerlo; non siamo in grado di andare avanti; ci manca la spinta giusta. Ci sentiamo vecchi, ma vecchi dentro; stanchi di lottare, stanchi delle delusioni che la vita ci procura ogni giorno. Questo stato d'animo non colpisce solo noi che viviamo nel ventunesimo secolo ma è stato un problema interiore che ha sempre colpito l'uomo di tutti i tempi e che vive lontano da Dio. Infatti, Gesù vedendo le folle del suo tempo le descrive come AFFATICATE ed OPPRESSE. Questo stato d'animo espresso dal maestro non assomiglia proprio al nostro stato d'animo? Gesù però non si limita solo ad osservare le folle ma si preoccupa anche della loro situazione ed a loro rivolge un invito: «VENITE A ME». A chi risponde positivamente al Suo invito (valido anche per noi oggi) Gesù dà la garanzia di donare il tanto agognato riposo interiore e la certezza della pace dell'anima.

           Andiamo a Gesù con il nostro stato d'animo affaticato, così come siamo col fisico appesantito e con lo spirito oppresso, così come siamo nella realtà. Forse ti stai chiedendo: «Che cosa vuol dire andare a Gesù?» Vuol dire parlarGli con semplici parole, esporGli il nostro problema e riporre in Lui la nostra piena fiducia (cioè con FEDE) che Egli può risolvere ogni cosa e donarci il Suo RIPOSO. Ecco cosa disse il salmista in un suo momento di difficoltà: «nella mia distretta invocai l'Eterno e gridai al mio Dio. Egli udì la mia voce dal Suo tempio e il mio grido pervenne a Lui, ai Suoi orecchi» (Rif. Salmo 18 verso 6). Quindi, cari amici, la risposta di Dio a chi Lo invoca con cuore sincero e con fede, E' CERTA, Dio non è mai deludente. Tutti noi dello staff abbiamo realizzato questo, perciò la nostra preghiera è che anche voi possiate gustare il RIPOSO dell'anima che solo il Signore può donare.

La ReDaZiOnE
Iscriviti alla nostra NewsLetter settimanale gratuita dei Cristiani Evangelici di FontediVita.it

Al tuo posto
Grido di speranza
Ha dato se stesso
Fiducia in Gesù
Solo per fede
L'eternità...
Il potere...
Riposo assicurato
Il grande miracolo
Chi sei?
Ti voglio bene
La nuova nascita
Chi è Gesù?
Ferie cristiane
Ecco la verità
Il buon pastore
Perchè?
Il capitano e...
Ho visto...
Alcuna differenza
L'anima appagata
Il clown
Dal rovescio
Se solo toccassi
Non ho tempo
Nulla è nascosto
Adora il Signore
Pentimento e...
Perchè è nato?
Lettera dall'alto
Ammirare solo...
Egli sta sveglio
La maniglia
Fondamenta...
L'indicatore...
Addormentato
La fiaccola
Ogni secondo...
La lunga attesa
Niente di nuovo
Dio lo sa!
Dio è buono
Le promesse
Il male del secolo
Tu sei prezioso
La gabbia
La perla
Quanto vale?
Non siamo soli
La luce